I PROGETTI IN CORSO

I PROGETTI
IN CORSO IN AFRICA

PROGETTO IN CORSO
IN AMERICA DEL SUD

PROGETTO
IN CORSO IN ASIA

IL FUTURO DEI NOSTRI BAMBINI DIPENDE ANCHE DA TE!

MICROMONDO HA SCELTO LA CONTINUITà
DEL SOSTEGNO E DELLA RELAZIONE

In questa pagina trovi i progetti in corso di realizzazione che Micromondo ha scelto di sostenere in occasione dell’assemblea dei Soci riunitasi il 27 novembre 2018, con l’approvazione unanime di tutti i soci presenti.

Per la maggior parte, si tratta di Progetti in corso da diversi anni in quanto riteniamo sia fondamentale garantire continuità di sostegno ai bambini.
Solo così infatti si può costruire una vera relazione di fiducia e garantire ai bambini una presenza solida e concreta.

Aiutaci anche tu a dare continuità ai nostri progetti!

Sosteniamo il venerdì ludico per i bambini di Rochina | Brasile

Referenti a Rio de Janeiro: Barbara Olivi
Referenti in Italia: Micaela Vannucchi e Valeria Namiri

NUOVO PROGETTO in corso dal 2019

Quest’anno Micromondo ha deciso di contribuire ad un nuovo progetto che sa davvero di eccezionale. Stiamo parlando di partecipare al sogno di una donna italiana che dal 2000 vive, per sua libera scelta, all’interno di una delle più grandi favelas di tutto il Sud America: la favela Rochina alla periferia di Rio de Janeiro (200.000 abitanti). Barbara Olivi, fondatrice e presidentessa dell’associazione brasiliana “Amigos da Vida Odv”, sta dando vita, insieme alla Odv “Il sorriso dei miei Bimbi”, ad una vera sfida: un caffè letterario all’interno della favela di Rochina. Che ci fa un caffè letterario in mezzo ad una realtà fatta di degrado, sparatorie tra polizia brasiliana e narcotrafficanti, 200.000 persone che per lo stato brasiliano praticamente non esistono? Dà la dimostrazione che un mondo migliore è possibile, che dove c’è cultura, conoscenza e rispetto dell’altro si può costruire insieme pace e un futuro per tutti, a partire dai bambini che, come sempre, sono le prime vittime silenziose dei degradi economici, sociali e culturali. Sui muri esterni del caffè letterario, chiamato “Garagem das Letras” (il garage dei libri) c’è la scritta enorme e colorata “paz per Rochina” (pace per la favela Rochina) e dentro ci sono, oltre naturalmente ai libri, tante persone che giorno per giorno fanno sì che il Garagem sia uno spazio della e per la comunità, sicuro, protetto, pulito e colmo di creatività, interscambio culturale, voglia di conoscere, di imparare e di crescere per costruire un futuro migliore. Nello specifico, noi di Micromondo, ci siamo fatti carico del costo annuale del “Venerdì dei bambini”, un progetto mirato a garantire che tutti i venerdì i bambini fino ai 12 anni, seguiti da un’educatrice esperta, si possano dedicare ad attività ludiche e ricreative su diversi temi di attualità. Oltre a questo, il venerdì è anche il giorno del cineforum, con merenda abbonante e sana. Questo giorno è ormai un appuntamento imperdibile per i più piccoli, in quanto permette loro di recuperare la propria infanzia, la protezione e l’affetto che non dovrebbero mancare a nessun bambino, mai! Il pensare di poter essere goccia, seppur piccola, di aiuto in una realtà così problematica, ma al contempo resa così bella dalla solidarietà e dalla caparbietà di chi non si arrende alle ingiustizie e alle brutture, rende tutti noi di Micromondo onorati e felici di partecipare.

Contributo stanziato nel 2019: 1.250,00 euro

NUOVO PROGETTO in corso dal 2019

Referenti a Rio de Janeiro: Barbara Olivi
Referenti in Italia: Micaela Vannucchi e Valeria Namiri

Il Progetto:
Quest’anno Micromondo ha deciso di contribuire ad un nuovo progetto che sa davvero di eccezionale. Stiamo parlando di partecipare al sogno di una donna italiana che dal 2000 vive, per sua libera scelta, all’interno di una delle più grandi favelas di tutto il Sud America: la favela Rochina alla periferia di Rio de Janeiro (200.000 abitanti). Barbara Olivi, fondatrice e presidentessa dell’associazione brasiliana “Amigos da Vida Odv”, sta dando vita, insieme alla Odv “Il sorriso dei miei Bimbi”, ad una vera sfida: un caffè letterario all’interno della favela di Rochina. Che ci fa un caffè letterario in mezzo ad una realtà fatta di degrado, sparatorie tra polizia brasiliana e narcotrafficanti, 200.000 persone che per lo stato brasiliano praticamente non esistono? Dà la dimostrazione che un mondo migliore è possibile, che dove c’è cultura, conoscenza e rispetto dell’altro si può costruire insieme pace e un futuro per tutti, a partire dai bambini che, come sempre, sono le prime vittime silenziose dei degradi economici, sociali e culturali. Sui muri esterni del caffè letterario, chiamato “Garagem das Letras” (il garage dei libri) c’è la scritta enorme e colorata “paz per Rochina” (pace per la favela Rochina) e dentro ci sono, oltre naturalmente ai libri, tante persone che giorno per giorno fanno sì che il Garagem sia uno spazio della e per la comunità, sicuro, protetto, pulito e colmo di creatività, interscambio culturale, voglia di conoscere, di imparare e di crescere per costruire un futuro migliore. Nello specifico, noi di Micromondo, ci siamo fatti carico del costo annuale del “Venerdì dei bambini”, un progetto mirato a garantire che tutti i venerdì i bambini fino ai 12 anni, seguiti da un’educatrice esperta, si possano dedicare ad attività ludiche e ricreative su diversi temi di attualità. Oltre a questo, il venerdì è anche il giorno del cineforum, con merenda abbonante e sana. Questo giorno è ormai un appuntamento imperdibile per i più piccoli, in quanto permette loro di recuperare la propria infanzia, la protezione e l’affetto che non dovrebbero mancare a nessun bambino, mai! Il pensare di poter essere goccia, seppur piccola, di aiuto in una realtà così problematica, ma al contempo resa così bella dalla solidarietà e dalla caparbietà di chi non si arrende alle ingiustizie e alle brutture, rende tutti noi di Micromondo onorati e felici di partecipare.

Contributo stanziato nel 2019: 1.250,00 euro

Progetto Brasile

Con un piccolo gesto,
ci aiuterai a fare grandi cose!

Seleziona il campo sopra riportato per modificare l'importo preimpostato

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Informazioni Carta di Credito
Questo è un pagamento sicuro SSL crittografato.
Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: 5,00€

Sosteniamo i bambini dell’Orfanotrofio Mama Anakuja di Malindi | Kenya

Referente a Malindi: Doris
Referente in Italia: Roberto Vernocchi

Progetto in corso dal 2005

L’orfanotrofio “Mama Anakuja” nasce nel 2004, dall’idea un po’ folle e visionaria di una coppia di italiani, Liliana e Nino, che, durante un soggiorno in Kenia, si imbatte in un gruppo di bambini che vive in situazioni pietose, ammassati in una sorta di “pollaio” a Muyeye, villaggio alla periferia di Malindi, a pochi chilometri dai lussuosi residence frequentati dai turisti. Con gli aiuti raccolti tra gli amici, comprano un terreno, costruiscono un edificio e costituiscono un’Organizzazione Non Governativa formalmente riconosciuta dal governo keniota, ma gestita da Mama Liliana. Attraversando mille difficoltà, l’orfanotrofio cresce nel corso degli anni e ospita bambini e ragazzi che hanno alle spalle storie davvero difficili e che sono in gran parte ammalati di Aids. Liliana sostiene che l’istruzione è la prima arma che un individuo ha per affrancarsi da un destino già segnato e incominciare un percorso di emancipazione, e noi di Micromondo la pensiamo come lei.
Fin dall’inizio di questa avventura siamo stati al fianco di Liliana e da molti anni l’aiutiamo a sostenere le spese scolastiche. Nel 2014 Mama Liliana ci comunica che due dei suoi ragazzi sono riusciti a laurearsi. Anche oggi, che Liliana non c’è più, sono 120 i bimbi e i ragazzi che risiedono lì stabilmente, inclusi quelli che frequentano le scuole superiori e l’università.
Ad occuparsi di loro Mama Doris e Roberto Vernocchi, rispettivamente braccio destro e figlio di Liliana, che mantengono anche un contatto con i ragazzi che escono dal centro e diventano autonomi. Attualmente sostengono, attraverso il pagamento dell’affitto, una ragazza di vent’anni non più residente lì e, date le gravi condizioni familiari, le è stato dato un aiuto anche per iniziare un’attività lavorativa. L’aiuto di Micromondo, anche per quest’anno, è quello di contribuire alle spese scolastiche, che rappresentano una grossa spesa per l’orfanotrofio. Come abbiamo avuto più volte modo di dire, la scelta di far frequentare a tutti i bambini le scuole private è dettata dal fatto che le scuole pubbliche in Kenia non garantiscono la dovuta istruzione. Il diritto allo studio è da sempre nel cuore della nostra Associazione perché lo riteniamo strumento indispensabile agli individui per acquisire capacità di giudizio e senso di responsabilità.

L’importo stanziato nel 2019: 2.600,00 euro

Progetto in corso dal 2005

Referente a Malindi: Doris Kabibi
Referente in Italia: Roberto Vernocchi

Il Progetto:
L’orfanotrofio “Mama Anakuja” nasce nel 2004, dall’idea un po’ folle e visionaria di una coppia di italiani, Liliana e Nino, che, durante un soggiorno in Kenia, si imbatte in un gruppo di bambini che vive in situazioni pietose, ammassati in una sorta di “pollaio” a Muyeye, villaggio alla periferia di Malindi, a pochi chilometri dai lussuosi residence frequentati dai turisti. Con gli aiuti raccolti tra gli amici, comprano un terreno, costruiscono un edificio e costituiscono un’Organizzazione Non Governativa formalmente riconosciuta dal governo keniota, ma gestita da Mama Liliana. Attraversando mille difficoltà, l’orfanotrofio cresce nel corso degli anni e ospita bambini e ragazzi che hanno alle spalle storie davvero difficili e che sono in gran parte ammalati di Aids. Liliana sostiene che l’istruzione è la prima arma che un individuo ha per affrancarsi da un destino già segnato e incominciare un percorso di emancipazione, e noi di Micromondo la pensiamo come lei.
Fin dall’inizio di questa avventura siamo stati al fianco di Liliana e da molti anni l’aiutiamo a sostenere le spese scolastiche. Nel 2014 Mama Liliana ci comunica che due dei suoi ragazzi sono riusciti a laurearsi. Anche oggi, che Liliana non c’è più, sono 120 i bimbi e i ragazzi che risiedono lì stabilmente, inclusi quelli che frequentano le scuole superiori e l’università.
Ad occuparsi di loro Mama Doris e Roberto Vernocchi, rispettivamente braccio destro e figlio di Liliana, che mantengono anche un contatto con i ragazzi che escono dal centro e diventano autonomi. Attualmente sostengono, attraverso il pagamento dell’affitto, una ragazza di vent’anni non più residente lì e, date le gravi condizioni familiari, le è stato dato un aiuto anche per iniziare un’attività lavorativa. L’aiuto di Micromondo, anche per quest’anno, è quello di contribuire alle spese scolastiche, che rappresentano una grossa spesa per l’orfanotrofio. Come abbiamo avuto più volte modo di dire, la scelta di far frequentare a tutti i bambini le scuole private è dettata dal fatto che le scuole pubbliche in Kenia non garantiscono la dovuta istruzione. Il diritto allo studio è da sempre nel cuore della nostra Associazione perché lo riteniamo strumento indispensabile agli individui per acquisire capacità di giudizio e senso di responsabilità.

Contributo stanziato nel 2019: 2.600,00 euro

Progetto kenya

Con un piccolo gesto,
ci aiuterai a fare grandi cose!

Seleziona il campo sopra riportato per modificare l'importo preimpostato

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Informazioni Carta di Credito
Questo è un pagamento sicuro SSL crittografato.
Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: 5,00€

Clicca sul bottone per andare alla scheda generale
e leggere le notizie relative a tutti gli interventi
fatti da Micromondo al PROGETTO KENYA

Sosteniamo i bambini di Malaika Children’s Home di Arusha | Tanzania

Referenti ad Arusha: Francesca Aimone e Jutta Kassman
Referenti in Italia: Giulia Leone e Francesco Tiso

Progetto in corso dal 2012

Micromondo è vicina ai bambini di Malaika Children’s Home sin dal 2012. Questo progetto è nato dal desiderio comune di Francesca e Jutta di realizzare una vera e propria casa famiglia, dove accogliere e far crescere i bambini orfani. Nell’arco degli anni Malaika è cresciuta e oggi è una realtà a cui i servizi sociali affidano i bambini abbandonati. Attualmente in questa grande famiglia ci sono 12 ragazzi che frequentano la scuola superiore, 6 bambini che frequentano le scuole elementari, 6 bambini che vanno al prescuola e 2 piccolini che presto inizieranno l’asilo. Tra gli ospiti di Malaika c’è anche una bimba diversamente abile che viene seguita costantemente da un istituto specializzato.
Dal 2012 al 2016 Micromondo ha contribuito alle spese per le visite mediche di base per tutti gli ospiti e alla creazione di un orto e un pollaio, che tuttora permette ai ragazzi di godere di un’alimentazione sana e nutriente. Nel 2017 siamo stati al fianco di casa Malaika nel delicato processo di reinserimento di alcuni bambini nelle famiglie di origine, sistemandoli presso parenti disposti a prendersene cura. Il contributo che Micromondo garantisce negli anni successivi fino ad oggi, è finalizzato a sostenere parte delle spese scolastiche del prescuola in lingua inglese che permette ai più piccoli di avere le basi e gli strumenti per arrivare con successo alla scuola superiore e conseguire i traguardi che i loro fratelli più grandi stanno già raggiungendo. Potranno così acquisire le competenze per intraprendere studi superiori: avere un buon livello di istruzione, oltre a farli crescere culturalmente, garantirà loro un corretto inserimento nella vita reale. Anche per quest’anno la priorità è quella di assicurare una buona istruzione scolastica a tutti i bambini e ragazzi di Malaika, non solo quelli che vivono nella struttura, ma anche quelli che hanno vissuto a Malaika e poi sono stati reinseriti in famiglia. Le scuole a cui sono iscritti tutti i ragazzi sono istituti privati in cui la lingua di insegnamento è l’inglese e la preparazione è decisamente superiore rispetto alle scuole governative.

Contributo stanziato nel 2019: 2.600,00 euro

Progetto in corso dal 2012

Referenti ad Arusha: Francesca Aimone e Jutta Kassman

Referenti in Italia: Giulia Leone e Francesco Tiso

Il Progetto:
Micromondo è vicina ai bambini di Malaika Children’s Home sin dal 2012. Questo progetto è nato dal desiderio comune di Francesca e Jutta di realizzare una vera e propria casa famiglia, dove accogliere e far crescere i bambini orfani. Nell’arco degli anni Malaika è cresciuta e oggi è una realtà a cui i servizi sociali affidano i bambini abbandonati. Attualmente in questa grande famiglia ci sono 12 ragazzi che frequentano la scuola superiore, 6 bambini che frequentano le scuole elementari, 6 bambini che vanno al prescuola e 2 piccolini che presto inizieranno l’asilo. Tra gli ospiti di Malaika c’è anche una bimba diversamente abile che viene seguita costantemente da un istituto specializzato.
Dal 2012 al 2016 Micromondo ha contribuito alle spese per le visite mediche di base per tutti gli ospiti e alla creazione di un orto e un pollaio, che tuttora permette ai ragazzi di godere di un’alimentazione sana e nutriente. Nel 2017 siamo stati al fianco di casa Malaika nel delicato processo di reinserimento di alcuni bambini nelle famiglie di origine, sistemandoli presso parenti disposti a prendersene cura. Il contributo che Micromondo garantisce negli anni successivi fino ad oggi, è finalizzato a sostenere parte delle spese scolastiche del prescuola in lingua inglese che permette ai più piccoli di avere le basi e gli strumenti per arrivare con successo alla scuola superiore e conseguire i traguardi che i loro fratelli più grandi stanno già raggiungendo. Potranno così acquisire le competenze per intraprendere studi superiori: avere un buon livello di istruzione, oltre a farli crescere culturalmente, garantirà loro un corretto inserimento nella vita reale. Anche per quest’anno la priorità è quella di assicurare una buona istruzione scolastica a tutti i bambini e ragazzi di Malaika, non solo quelli che vivono nella struttura, ma anche quelli che hanno vissuto a Malaika e poi sono stati reinseriti in famiglia. Le scuole a cui sono iscritti tutti i ragazzi sono istituti privati in cui la lingua di insegnamento è l’inglese e la preparazione è decisamente superiore rispetto alle scuole governative.

Contributo stanziato nel 2019: 2.600,00 euro

Progetto Tanzania

Con un piccolo gesto,
ci aiuterai a fare grandi cose!

Seleziona il campo sopra riportato per modificare l'importo preimpostato

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Informazioni Carta di Credito
Questo è un pagamento sicuro SSL crittografato.
Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: 5,00€

Clicca sul bottone per andare alla scheda generale
e leggere le notizie relative a tutti gli interventi
fatti da Micromondo al PROGETTO TANZANIA

Sosteniamo i bambini rifugiati del Sud Sudan a Namugongo | Uganda

Referente a Namugongo: Sr. Franca Fusata

Progetto in corso dal 2007

Micromondo sostiene questo progetto fin dal lontano 2005, quando decide di finanziare l’ampliamento del dormitorio della scuola elementare di Namugongo che accoglie i bambini più poveri e che si trova in situazioni precarie. Ampliare il dormitorio dà la possibilità anche alle bambine di accedere alla scuola, in un paese come l’Uganda, in cui l’educazione scolastica femminile è considerata di scarsa importanza.
Nel 2007, le nostre referenti sul posto, Suor Giuseppina e Suor Franca, si trovano a dover accogliere i bambini profughi, provenienti dal Sud Sudan, che si sono rifugiati nella periferia di Kampala per sfuggire alla sanguinosa guerra in corso da anni nel loro paese.
Da allora, Micromondo si fa carico dell’affitto delle casette che li ospitano  e assicura loro cibo, vestiti e cure mediche. Nel 2012 molti dei piccoli profughi tornano nel loro paese di origine, il Sud Sudan, che seppur ora indipendente e in pace, versa in una situazione di estrema povertà. Si presenta, quindi, la necessità di sostenere la nuova Missione Comboniana a Juba, in Sud Sudan, gestita da Suor Teresina che si prodiga per garantire almeno una scodella di porridge (una pappa di semolino di miglio caldo e zuccherato) a tutti i suoi bambini.

Negli anni successivi fino ad oggi, Micromondo garantisce una parte della retta scolastica, diventata ormai insostenibile per le famiglie, che consente ai piccoli di frequentare gli asili locali. Un intervento fondamentale per evitare che i bambini vivano per strada e per scongiurare il pericolo che diventino bambini-soldato oppure ancora di essere preda del turismo sessuale.

Oggi Suor Franca, che ha perso il prezioso aiuto di Suor Giuseppina venuta a mancare, continua ad  aiutare i bambini, e dopo aver formato alcune suore locali, ha avviato un nuovo progetto nel nord ovest dell’Uganda,
dove la nuova comunità si è installata presso il campo profughi di Kiryandongo. Il campo, nato per ospitare i profughi sud sudanesi in fuga dalla guerra, si trova a dover ospitare numerose famiglie che abbandonano la provincia di Kampala, dove la vita è diventata troppo cara. Qui hanno la possibilità di ottenere un piccolo appezzamento di terra dove possono costruire una capanna e coltivare il campo per ottenere un po’ di cibo da aggiungere al poco che ricevono dall’organizzazione. Nel campo di Kiryandongo si sono trasferiti anche alcuni dei bambini di Suor Franca con le loro famiglie.

La sua richiesta per quest’anno è di far frequentare ai piccoli le scuole del campo, che non sono vere costruzioni, ma semplici tettoie di paglia dove i bambini sono seguiti da maestri ugandesi. Anche se si tratta di insegnanti improvvisati, il loro compito è molto importante perché consiste nell’impegnare e interessare i piccoli che hanno dai 3 ai 6 anni e che non sono ancora nell’età scolare. Per poter proseguire in questa attività, i maestri necessitano di un contributo. Le suore hanno anche bisogno di aiuto per l’acquisto di cibo, zucchero, latte in polvere, farina e medicinali per malaria, tifo, polmonite e tosse.

Contributo stanziato nel 2019: 1.500,00 euro

Progetto in corso dal 2007

Referente a Namugongo: Sr. Franca Fusata

Il Progetto:
Micromondo sostiene questo progetto fin dal lontano 2005, quando decide di finanziare l’ampliamento del dormitorio della scuola elementare di Namugongo che accoglie i bambini più poveri e che si trova in situazioni precarie. Ampliare il dormitorio dà la possibilità anche alle bambine di accedere alla scuola, in un paese come l’Uganda, in cui l’educazione scolastica femminile è considerata di scarsa importanza.
Nel 2007, le nostre referenti sul posto, Suor Giuseppina e Suor Franca, si trovano a dover accogliere i bambini profughi, provenienti dal Sud Sudan, che si sono rifugiati nella periferia di Kampala per sfuggire alla sanguinosa guerra in corso da anni nel loro paese.
Da allora, Micromondo si fa carico dell’affitto delle casette che li ospitano  e assicura loro cibo, vestiti e cure mediche. Nel 2012 molti dei piccoli profughi tornano nel loro paese di origine, il Sud Sudan, che seppur ora indipendente e in pace, versa in una situazione di estrema povertà. Si presenta, quindi, la necessità di sostenere la nuova Missione Comboniana a Juba, in Sud Sudan, gestita da Suor Teresina che si prodiga per garantire almeno una scodella di porridge (una pappa di semolino di miglio caldo e zuccherato) a tutti i suoi bambini.

Negli anni successivi fino ad oggi, Micromondo garantisce una parte della retta scolastica, diventata ormai insostenibile per le famiglie, che consente ai piccoli di frequentare gli asili locali. Un intervento fondamentale per evitare che i bambini vivano per strada e per scongiurare il pericolo che diventino bambini-soldato oppure ancora di essere preda del turismo sessuale.

Oggi Suor Franca, che ha perso il prezioso aiuto di Suor Giuseppina venuta a mancare, continua ad  aiutare i bambini, e dopo aver formato alcune suore locali, ha avviato un nuovo progetto nel nord ovest dell’Uganda,
dove la nuova comunità si è installata presso il campo profughi di Kiryandongo. Il campo, nato per ospitare i profughi sud sudanesi in fuga dalla guerra, si trova a dover ospitare numerose famiglie che abbandonano la provincia di Kampala, dove la vita è diventata troppo cara. Qui hanno la possibilità di ottenere un piccolo appezzamento di terra dove possono costruire una capanna e coltivare il campo per ottenere un po’ di cibo da aggiungere al poco che ricevono dall’organizzazione. Nel campo di Kiryandongo si sono trasferiti anche alcuni dei bambini di Suor Franca con le loro famiglie.

La sua richiesta per quest’anno è di far frequentare ai piccoli le scuole del campo, che non sono vere costruzioni, ma semplici tettoie di paglia dove i bambini sono seguiti da maestri ugandesi. Anche se si tratta di insegnanti improvvisati, il loro compito è molto importante perché consiste nell’impegnare e interessare i piccoli che hanno dai 3 ai 6 anni e che non sono ancora nell’età scolare. Per poter proseguire in questa attività, i maestri necessitano di un contributo. Le suore hanno anche bisogno di aiuto per l’acquisto di cibo, zucchero, latte in polvere, farina e medicinali per malaria, tifo, polmonite e tosse.

Contributo stanziato nel 2019: 1.500,00 euro

Progetto Uganda

Con un piccolo gesto,
ci aiuterai a fare grandi cose!

Seleziona il campo sopra riportato per modificare l'importo preimpostato

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Informazioni Carta di Credito
Questo è un pagamento sicuro SSL crittografato.
Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: 5,00€

Clicca sul bottone per andare alla scheda generale
e leggere le notizie relative a tutti gli interventi
fatti da Micromondo al PROGETTO UGANDA

Sosteniamo i bambini della Nursery School di St. Francis Xavier ad Hmawbi | Myanmar

Referente a Yangon: Suor Anna Teresa
Referenti in Italia: Marco e Anita Sacchi

Progetto in corso dal 2011

Conosciamo Suor Anna nel 2011: in quell’occasione l’aiutiamo a realizzare l’orfanotrofio di Saint Mary a Pathein e le strutture ad esso collegate (stalle, orti, pollai), sostenendo questo suo primo progetto fino al 2016, quando Suor Anna si dedica ad un’altra impresa in una zona distante circa quattro ore dall’orfanotrofio: la gestione della Nursery School, una scuola materna ad Hmawbi, quartiere molto povero alla periferia di Yangon. Negli anni il numero dei bambini cresce rapidamente e Micromondo, oltre a contribuire alle spese ordinarie e straordinarie, si occupa anche dell’acquisto di giochi, che potrebbero sembrare superflui, ma che hanno invece l’importante compito di creare una realtà a dimensione di bambino e far sì che questi piccoli si sentano amati e felici.
Nel 2018, l’energia di Suor Anna viene messa alla prova da una nuova situazione di emergenza che la sua Congregazione si trova ad affrontare: si tratta della gestione di ben sette scuole materne (sei nella Diocesi di Pathein e una nella Diocesi di Yangon) che si trovano improvvisamente senza alcuna amministrazione. Suor Anna, sostenuta da Micromondo, accoglie la sfida! Le scuole vengono tutte riunite sotto il nome di “St. Francis Xavier Nursery” e ogni singolo istituto viene registrato ufficialmente per permetterne la gestione amministrativa; inoltre le strutture vengono rinnovate dopo anni di mancata manutenzione.
Le scuole sono una presenza importante sul territorio ed un grande aiuto per i bambini e le tante famiglie povere dei villaggi. A maggior ragione oggi, in cui la situazione politica in Myanmar è sempre più instabile e aumentano le disparità economiche e sociali. Attualmente nell’orfanotrofio di Pathein vivono 90 bambine dai 6 anni in su. Il loro numero è sempre crescente e la struttura dedicata alle ragazze, rinnovata 5 anni fa, purtroppo non è più sufficiente ad ospitarle tutte. Per questo motivo le suore vorrebbero costruire una seconda struttura dove ospitare le ragazze che hanno l’età di frequentare le scuole superiori e l’università a Pathein.

Progetto in corso dal 2017

Referente a Yangon: Suor Anna Teresa
Referenti in Italia: Marco e Anita Sacchi

Il Progetto:
Conosciamo Suor Anna nel 2011: in quell’occasione l’aiutiamo a realizzare l’orfanotrofio di Saint Mary a Pathein e le strutture ad esso collegate (stalle, orti, pollai), sostenendo questo suo primo progetto fino al 2016, quando Suor Anna si dedica ad un’altra impresa in una zona distante circa quattro ore dall’orfanotrofio: la gestione della Nursery School, una scuola materna ad Hmawbi, quartiere molto povero alla periferia di Yangon. Negli anni il numero dei bambini cresce rapidamente e Micromondo, oltre a contribuire alle spese ordinarie e straordinarie, si occupa anche dell’acquisto di giochi, che potrebbero sembrare superflui, ma che hanno invece l’importante compito di creare una realtà a dimensione di bambino e far sì che questi piccoli si sentano amati e felici.
Nel 2018, l’energia di Suor Anna viene messa alla prova da una nuova situazione di emergenza che la sua Congregazione si trova ad affrontare: si tratta della gestione di ben sette scuole materne (sei nella Diocesi di Pathein e una nella Diocesi di Yangon) che si trovano improvvisamente senza alcuna amministrazione. Suor Anna, sostenuta da Micromondo, accoglie la sfida! Le scuole vengono tutte riunite sotto il nome di “St. Francis Xavier Nursery” e ogni singolo istituto viene registrato ufficialmente per permetterne la gestione amministrativa; inoltre le strutture vengono rinnovate dopo anni di mancata manutenzione.
Le scuole sono una presenza importante sul territorio ed un grande aiuto per i bambini e le tante famiglie povere dei villaggi. A maggior ragione oggi, in cui la situazione politica in Myanmar è sempre più instabile e aumentano le disparità economiche e sociali. Attualmente nell’orfanotrofio di Pathein vivono 90 bambine dai 6 anni in su. Il loro numero è sempre crescente e la struttura dedicata alle ragazze, rinnovata 5 anni fa, purtroppo non è più sufficiente ad ospitarle tutte. Per questo motivo le suore vorrebbero costruire una seconda struttura dove ospitare le ragazze che hanno l’età di frequentare le scuole superiori e l’università a Pathein.

Progetto Myanmar

Con un piccolo gesto,
ci aiuterai a fare grandi cose!

Seleziona il campo sopra riportato per modificare l'importo preimpostato

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Informazioni Carta di Credito
Questo è un pagamento sicuro SSL crittografato.
Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: 5,00€

Clicca sul bottone per andare alla scheda generale
e leggere le notizie relative a tutti gli interventi
fatti da Micromondo al PROGETTO MYANMAR

Iscriviti alla nostra mailing list !

È nostra premura tenere aggiornati i nostri sostenitori con l'invio della newsletter annuale che potrai ricevere in formato elettronico (pdf) iscrivendoti alla nostra mailing list.

Nel rispetto del tuo tempo e del tuo spazio, ti promettiamo che non saremo invadenti e non esagereremo con gli invii.

Seguici sui nostri social !

L'attività che svolgiamo attraverso i social per noi è fondamentale perché ci permette di raggiungere tante persone in tutto il mondo!

Clicca sull'icona del social che preferisci, seguici e aiutaci a condividere le nostre iniziative con più persone.
Aiutaci a fare la differenza anche con un clic!